Il pianto di memoria del neonato: scopri cos’è con me!

Quando il tuo bambino, che versa in ottima salute, piange fino allo sfinimento senza che nulla gli sia di conforto, con ogni probabilità sta cercando di raccontarti la sua storia, nient’altro. 

Un neonato che viene alla luce vive molte sfide durante il suo viaggio e dopo la nascita si aspetta di essere incontrato con tutto il suo bagaglio di esperienza dalla madre, l’unica figura che riconosce e di cui si fida, l’unica con cui egli voglia entrare in relazione e da cui senta di poter  imparare a farlo in modo sicuro.

Come Terapeuta  Neonatale sostengo i genitori nell’affrontare i “pianti di memoria”, quelli inconsolabili, che di notte e di giorno tormentano l’anima e che nel tentativo di sedarli senza risultati apprezzabili rischiano di far cadere nello sconforto i genitori. 

Con il pianto di memoria, il neonato, esprime le sue emozioni e le sensazioni corporali che affiorano insieme a veri e propri flashback maturati durante la nascita o in grembo materno.  Ai pianti di memoria è collegato anche un linguaggio corporeo ben codificato, che mette in rilievo le esigenze di  del neonato in ordine di priorità. 

Il mio apporto è proprio quello di interpretare il linguaggio del neonato in risonanza con il racconto dei genitori, mantenendo una presenza quieta e neutra, giacché il bambino percepisce ogni tentativo di giudizio e aspettativa dell’ambiente circostante. Più creerò un campo di ascolto empatico e coerente con l’intera famiglia, più il bambino mi darà accesso alle sue informazioni; senza fretta e con i suoi tempi mi porterà con sé in un viaggio senza tempo verso le sue esperienze precoci.

Il neonato, come sappiamo, risuona con la madre e spesso si trova a scontare le stesse difficoltà che lei ha dovuto incontrare, incorporandole in posture scorrette o inconsuete che lo tengono intrappolato e ne limitano i movimenti. Se mi metto a disposizione del bambino comunicandogli sicurezza egli mi porterà a comprendere in quale fase della sua nascita  vi sia stata la difficoltà rimasta irrisolta, permettendomi di porre rimedio.

 Quando in una sessione si verifica questo aspetto, la gratitudine mi riempie il cuore.

Guarda anche il mio video!

Iscriviti al mio canale: Sostegno Neonatale Lorena, per non perderti i prossimi argomenti che tratterò!

LORENA TRALDI - P.IVA 03752030134
Privacy Policy

Sito creato con amore da Linda & Stefano - Iloa.it